Prevenzione e diagnosi precoce

Segnali d’allarme

Gran parte delle malattie renali si possono comportare come “killer silenziosi”: operano indisturbate, senza sintomi, per anni e, quando i loro effetti si rivelano, può essere tardi per correre ai ripari. L’attenzione nei loro confronti è dettata dall’esigenza di prevenire l’insufficienza renale cronica e di ridurre il rischio cardiovascolare, che aumenta sensibilmente già in presenza di un’insufficienza renale lieve.

continua >>


Come si può scoprire una malattia renale?

I provvedimenti sono pochi e semplici.

Innanzitutto bisogna eseguire un esame delle urine fresche (per evitare le alterazioni causate dalla fermentazione).
La maggior parte delle malattie renali causa alterazioni urinarie, talora importanti, con presenza di:

  • sangue, per lo più non evidente ad occhio nudo, ma solo all’esame chimico (emoglobina) e microscopico (microemturia)
  • albumina (albuminuria) isolata, o associata ad altre proteine del sangue (proteinuria)

continua >>


Principali condizioni di rischio per lo sviluppo di una malattia renale

Per prevenire le malattie renali bisogna tener presenti le condizioni di rischio più importanti per la loro comparsa e, se possibile, prevenirle e correggerle. Le principali condizioni di rischio sono le seguenti

continua >>.

❖ Vai all'archivio: I reni