Insalata di riso con piselli: per un pic nic veg amico anche di chi soffre di malattia renale.

insalata di riso con piselli

Nella tradizione culinaria milanese riso e piselli vengono abbinati da lungo tempo nel noto piatto Risi e bisi. L’insalata di riso con piselli strizza l’occhio a questa ricetta tipica optando però per un approccio più “light” e soprattutto fresco.

Questo piatto, adatto soprattutto ai pic nic di Primavera, fa un’associazione importante dal punto di vista nutrizionale: quella fra legumi, cioè i piselli, e carboidrati, in questo caso il riso.

Tale abbinamento, che può variare anche negli ingredienti (es: pasta e fagioli, riso e ceci e così via) è prezioso soprattutto dal punto di vista della qualità delle proteine assunte, soprattutto quando per vari motivi si è costretti ad adottare un regime alimentare vegetariano.

Anche le persone che soffrono di malattie renali devono spesso adottare una dieta vegetariana ed in questi casi può sembrare difficile a molti variare la propria alimentazione.

Ecco allora una nostra idea per provare una ricetta gustosa ma rapida, capace di far comprendere che “dieta” non vuol dire per forza sacrificio.

E se avete delle vostre ricette “segrete”, che iniziate a voler condividere, scriveteci!

Insalata di riso con piselli

Ingredienti per una persona: 

  • 60 g riso parboiled
  • 80 g piselli freschi o surgelati
  • uno spicchio d’aglio
  • mezza carota
  • mezza zucchina
  • peperoncino
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Procedimento

Lessare il riso in abbondante acqua rispettando il tempo di cottura indicato sulla confezione.

Scolare e sciacquare con acqua fredda per fermare la cottura.

Nel frattempo lessare i piselli, la carota e la zucchina tagliata e rondelle (conviene aggiungere lo zucchino qualche minuto dopo perché cuoce prima).

Quando la verdura è quasi cotta, scolare e porre in una padella dove sono stati aggiunti precedentemente l’olio, il peperoncino e lo spicchio d’aglio a rosolare.

Saltare le verdure qualche minuto e lasciarle freddare.

Spegnere il fuoco, aggiungere il riso, mescolare accuratamente e porre nel contenitore porta-pranzo.

Il piatto può essere consumato anche caldo: in questo caso una volta saltata la verdura aggiungere subito il riso, mescolare mantenendo il fuoco basso quindi porre in un contenitore termico per mantenerlo caldo.

E se seguo una dieta ipoproteica?

Per chi segue una dieta ipoproteica, con prodotti aproteici, il piatto si può realizzare ugualmente utilizzando riso aproteico.

Ad ogni modo, anche in caso di dieta con prodotti aproteici, il consumo di riso tradizionale è consentito una-due volte alla settimana senza pericoli ((salvo diversa indicazione del dietista/nefrologo).

Come già riferito questo è un ottimo piatto per chi segue una dieta vegetariana o vegana.


A cura di: Dottoressa Claudia D’Alessandro – Biologo; Dottore in Dietistica presso Dipartimento di Medicina Interna – Università di Pisa.

Commenti Facebook